Come Restaurare una Finestra


Quando una finestra è troppo invecchiata e malandata è necessario intervenire con un’adeguata operazione di manutenzione, per ridonarle un aspetto appropriato. Per fare questo, possiamo servirci della nostra fantasia e delle nostre esigenze, considerando anche il tipo di ambiente che andrà a arredare la finestra in questione. Vediamo come muoverci.

Una finestra in legno invecchiata non è davvero bella a vedersi, e si presenta più o meno in questo modo. Per ridarle nuova vita è necessario innanzitutto che tu la asporti dalla sua sede originaria e che la disponga su due cavalletti, di altezza adeguata per garantirti di poter operare al meglio. Liberala dai vetri, e pulisci accuratamente la sede di questi ultimi.

finestra

Inizia a pulire la finestra con un’operazione di scrostatura, aiutandoti con un raschietto, in modo da eliminare tutte quelle “sezioni” di legno penzolanti. Prendi, quindi, lo stucco per legno, e vai a ritoccare le crepe, e le discontinuità che caratterizzano la finestra, lasciando poi asciugare per bene.

Con la carta vetrata carteggia tutto il telaio della finestra, fino ad avere una superficie praticamente liscia. Prendi lo smalto acrilico per legno e passane alcune mani sul telaio stesso, facendo attenzione ad essere abbastanza preciso. Lascia di volta in volta asciugare per bene la mano precedente prima di applicarne una nuova.

Una volta terminato il tutto utilizza uno smalto trasparente di rifinitura, che oltre a lucidare la finestra, la proteggerà dall’umidità e dalle intemperie. Ricolloca in posizione i vetri, sigillandoli con il silicone e bloccandoli definitivamente con i bordini in legno applicati con chiodini d’acciaio senza testa. Avrai così ridato nuova bellezza alla tua vecchia finestra in legno.

Comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *