Come Fare il Pout Pourri in Casa


Decoriamo la nostra casa con dei cestini profumati da distribuire nei vari ambienti, specialmente in bagno e in soggiorno! Realizzare da soli il pout pourri è molto semplice: basta avere dei flaconcini di essenze profumate, cestini di vimini (o ciotoline di vetro) e recuperare il materiale adatto durante una passeggiata nei boschi o in campagna!

Vediamo insieme quali elementi utilizzare per creare il nostro pout pourri profumato: Quando vi regalano dei fiori non gettateli via se stanno per appassire. Tagliate il bocciolo in prossimità del gambo e conservatelo sottosopra. Aspettate qualche giorno e quando saranno ben secchi conservateli in un sacchetto di nylon o attendete che si asciughino all’aria aperta. Inoltre, conservate sempre i petali che cadono dal vaso e provate a far essiccare anche quelli. Provate a sperimentare con diversi tipi di fiori: petali di gerbere, boccioli di rosa etc.

Prendete un’arancia e tagliatela a fettine sottili. Lasciatela asciugare al sole nei periodi estivi o ponetela sopra le stufe, i camini o i termosifoni in quelli invernali. Assicuratevi che non si bruci: se si accartoccia leggermente è segno che si sta essiccando. Mettete le fettine da parte quando vi sembreranno completamente secche. Fate la stessa cosa con un limone, oppure tagliate soltanto la buccia degli agrumi creando una spirale che avrete cura di non rompere durante l’essiccazione.

Quando ci troviamo nei prati raccogliamo margheritine, campanelle, fiori di campo non troppo piccoli. Mettiamoli fra le pagine di un grosso libro e aspettiamo qualche giorno girandole di tanto in tanto. Non dimentichiamo di proteggere il libro appoggiando il bocciolo su fogli di carta assorbente o da cucina. Scegliamo fiori per il nostro pout pourri che abbiano i petali ‘spessi’ (es: il papavero è troppo sottile).

In montagna raccogliamo piccole pigne, ghiande, foglie di edera, ciuffetti di muschio da far essiccare, rametti e tutti quegli elementi della natura che possono ricordare il bosco. Adesso che abbiamo accumulato un pò di materiale, non resta che creare delle piccole composizioni con le nostre ciotoline di vetro e cestini di vimini.

Aggiungiamo qualche bastoncino di cannella o vaniglia, foglie secche, qualche chiodo di garofano e alcuni pezzetti di guscio di cocco con ancora la peluria. Stilliamo nel nostro cestino poche gocce di essenza profumata: ne esistono di diversi tipo in commercio e vanno bene anche quelli per alimenti tipo l’essenza d’arancia o di vaniglia; oppure potete recatevi in erboristeria per trovare un olio essenziale.

Alcuni gradiscono dare un tocco di colore artificiale ai petali. Potete farlo con i colori per alimenti, oppure una tecnica molto semplice consiste nell’immergere un pezzetto di carta velina in un bicchiere d’acqua. Più abbondante sarà la carta, più sarà il colore che verrà rilasciato; scegliete colori scuri quali il viola, il blu o il rosso porpora. Aggiungete dei petali di colore chiaro (la rosa bianca va benissimo), lasciate una notte in ammollo con la carta velina e poi fate asciugare. I vostri petali avranno delle particolari sfumature.

Comment!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *